Arrestato falso intermediario di rifiuti

Arrestato falso intermediario di rifiuti con pesanti precedenti. E’ accaduto ad Anghiari (Arezzo). Ad agire i carabinieri forestali di Sansepolcro insieme ai colleghi della procura. L’arresto è avvenuto contestualmente ad un controllo all’interno di un noto stabilimento precedentemente sequestrato dal Tribunale di Arezzo per illecita gestione di rifiuti. I militari hanno accertato infatti la presenza di un’impresa umbra che stava prelevando macchinari fuori uso e rifiuti pericolosi. E’ stato accertato che l’autorizzazione della ditta era scaduta e comunque non era idonea alla raccolta di rifiuti pericolosi. Conducente del mezzo e titolare sono stati denunciati. Nell’occasione è stato accertato che il contatto con l’azienda umbra era stato preso da un umbro mai iscritto all’albo dei gestori alla intermediazione dei rifiuti e sottoposto a sorveglianza speciale per reati con obbligo di dimora nel comune di residenza. Obbligo più volte violato per occuparsi personalmente dell’impianto. L’uomo è stato arrestato. Le indagini proseguono per accertare tutte le responsabilità.

Condividi l’articolo