Caso Guerrina, pizzaiolo non si presenta

Nuovo colpo di scena nel caso Piscaglia. Stamani doveva essere il giorno dell’incidente probatorio di Tades Dawitt, il pizzaiolo etiope amico della donna scomparsa il 1 maggio dell’anno scorso a Ca’ Raffaello. L’uomo non si è presentato e il Gip Ponticelli ha rinviato iltutto a giovedi 30 luglio. Davanti al giudice invece l’amico di Dawitt, il boscaiolo ghanese Romeo, che avrebbe prestato il telefono proprio il giorno della scomparsa della donna. 

Intanto è saltato l’incontro tra il Pm Dioni e Padre Gratien previsto per domani martedi 28 luglio. Il magistrato che conduce le indagini è stato colpito da un grave lutto famigliare: la scomparsa del padre, figura tra l’altro molto noto nelle aule di di Giustizia, per essere stato per anni a svolgere il ruolo di cancelliere nel Tribunale di Arezzo.

Padre Gratien avrebbe avuto una lieve colica renale in nottata e la direzione del carcere di Arezzo gli avrebbe fatto firmare la rinuncia per motivi di salute a presentarsi all’incidente probatorio. A dichiararlo è l’avvocato Francesco Zacheo che lo rappresenta. Il frate, in carcere per omicidio dal 23 aprile scorso, sarà sentito o ad inizio settimana prossima e molto più probabilmente a fine agosto. 

 

Condividi l’articolo