Città della Pieve, rapinatori in manette

Lo scorso luglio avevano rapinato due diciannovenni nel lungolago di Castiglione del Lago, intimandoli di non parlare per evitare possibili ritorsioni. Dopo due mesi di indagini i carabinieri di Città della Pieve, in collaborazione con quelli di Castiglione, hanno scoperto i responsabili. Sono un ventiduenne italiano, un ventunenne albanese e un ventenne di origini marocchine, tutti celibi, disoccupati, e con precedenti di polizia.
I tre, su disposizione del Gip del tribunale di Perugia, sono stati condannati agli arresti domiciliari. A loro carico anche reati contro il patrimonio e la persona.

Condividi l’articolo