Nota del Comune sulla vicenda del minore

Nota del comune sul minore. Ieri abbiamo registrato il grido di dolore del padre che si è visto sottrarre i figli dopo una ordinanza del Tribunale dei Minori. Sulla questione ins erata è arrivata una nota dell’amministrazione comunale.“Il provvedimento ha fatto seguito ad un’ordinanza del Tribunale dei Minori di Firenze alla quale si è presentato l’obbligo di dare corso. Per quanto attiene il lungo, approfondito, attento lavoro dei servizi sociali circa la situazione della famiglia del minore, si evidenzia che le ragioni che hanno determinato l’allontanamento del ragazzo non sono dovute a motivazioni di tipo economico, peraltro vietato per legge, ma dal rifiuto da parte della famiglia stessa di accettare qualsiasi progetto che la accompagnasse a superare le proprie evidenti criticità e che garantisse tutela, sicurezza e decoro ai figli. Per quanto attiene le modalità con le quali la Polizia Municipale ha eseguito l’ordinanza del Tribunale – prosegue la nota – si ricorda che quella adottata era l’unica possibile per l’accompagnamento del minore in un contesto abitativo dignitoso, pulito, adeguato, con l’attenzione massima per la sua incolumità. Lo stesso è stato accompagnato in maniera anonima, su un auto senza insegne, e a seguito di tutte le precauzioni preventivamente pianificate nei modi e nei tempi anche con l’Istituto scolastico, che si ringrazia per la preziosa collaborazione, sempre offerta nella lunga vicenda che ha riguardato questo minore in condizioni precarie e di sostanziale abbandono.

Condividi l’articolo

Vedi anche: